Ogni aficionados ha le proprie preferenze per quanto concerne l’abbinamento tra sigari e bevande. Vi presentiamo qui alcune regole fondamentali per abbinare un sigaro a un drink che lo esalti. I migliori drink da sorseggiare fumando un sigaro - suggerimenti per l’abbinamento perfetto. 


Di solito si beve qualcosa fumando un sigaro per rafforzare gli aromi della miscela di tabacco oppure per fare emergere gli aromi nascosti, come si porta alla luce un tesoro sepolto. Tuttavia, se si sbaglia ad abbinare il sigaro alla bevanda, si corre il rischio che il sapore del sigaro o della bevanda sovrasti l’altro. Se volete apprezzare il carattere di un sigaro ma anche l’essenza della bevanda alcolica, dovrete prestare la massima attenzione ad entrambi. A tal proposito, vi sono alcune regole fondamentali da rispettare.

Regole per il perfetto abbinamento di sigari e bevande

Rifacendosi all’adagio “chi si assomiglia, si piglia„ molti sommelier di sigari suggeriscono un abbinamento per similitudine: sigari di corpo con liquori forti, sigari di corpo leggero a distillati più leggeri. Il criterio principale prevede che l’intensità del sapore del sigaro deve coincidere con l’intensità del sapore del drink. Ogni prodotto dovrebbe avere un sapore abbastanza persistente, in modo da non scomparire, ma non troppo invadente. L’esperto di sigari Christian Schroff rivela a mixology.eu: “La percezione degli aromi viene bilanciata quando i sigari dall’aroma secco e terroso sono abbinati a liquori secchi, gli alcolici meno forti con sigari di corpo leggero e i sigari di corpo con drink altrettanto forti„.

Un’altra regola importante ci ricorda di creare un equilibrio tra gli aromi che devono esaltarsi reciprocamente. Alla fine è la lingua a decidere e l’abbinamento deve essere armonioso e incontrare il gusto del singolo fumatore. A tal proposito, il portale di sigari Noblego ribadisce: “Il vostro miglior consigliere? Voi stessi. Siete voi a stabilire cosa vi piace. E se incontra i vostri gusti, allora va bene. Con un pizzico di sana curiosità e un po’ di voglia di sperimentare chiunque potrà individuare molto rapidamente cosa bere insieme ai propri sigari preferiti„.

È innegabile che un buon distillato renda ancor più affascinante il piacere di un sigaro, e viceversa. Ma, concretamente, quali sono gli abbinamenti ideali tra sigaro e drink?

Suggerimenti – I 10 migliori drink da sorseggiare fumando un sigaro

Whisky, cognac e rum sono i distillati che, per associazione di idee, accompagnano un sigaro. Ma vi sono anche altri abbinamenti interessanti, che rendono quest’esperienza briosa. Abbiamo scelto per voi dieci combinazioni che sembrano fatte ad hoc.

Cognac, rum o bourbon

Rum, cognac e bourbon sono dei jolly che si addicono a quasi tutti i sigari di qualità. I sigari di corpo si abbinano bene al rum scuro e al cognac molto invecchiato. Quest’ultimo ben si sposa con sigari più corposi e ricchi di aroma, perché sprigiona un’ampiezza aromatica senza risultare pesante. Su quora.com si legge: “Il gusto affumicato del sigaro insieme al sapore dolce e legnoso di questa acquavite francese è quasi impossibile da superare„.

Il rum cubano è il compagno ideale per i corposi Habanos. È importante scegliere un rum speziato da abbinare ai sigari di corpo.

Vino e prosecco

Anche con il vino l’esperienza del sigaro può essere affinata o addirittura. Ma, attenzione: nessuno dei due deve sovrastare l’altro. Chi sceglie un vino imponente come un Bordeaux, un Amarone o un dolce Porto, farà meglio a fumare un sigaro di corpo prodotto in Nicaragua. A un vino bianco come lo Chardonnay o il Riesling si addicono dei sigari più leggeri o quelli provenienti dalla Repubblica Dominicana. Il vino bianco e il prosecco sono più adatti ai sigari di corpo leggero. I sigari più corposi sono particolarmente adatti a un vino rosso muscoloso. I vini scuri dal sapore pieno, ad esempio il Merlot, sono invece perfetti con sigari dal bouquet dolce

Siccome i sigari sprigionano i loro aromi soprattutto attraverso il fumo e la nicotina sviluppa sulla lingua una nota aromatica più amara, la si può bilanciare perfettamente con un vino dolce. Con uno sherry o Porto sarà possibile perfezionare il nobile piacere del fumo.

Dell’abbinamento sigari-vino parla il sommelier di sigari Matthias Martens su t-online.de: “Ovviamente, il vino rosso è l’abbinamento classico. Ma i vini imponenti e invecchiati hanno un elevato contenuto di tannini, che sovraccarica il palato di molti bevitori„. Il gourmet preferisce bere uno Spätlese (vino a vendemmia tardiva) della Mosella con molti zuccheri residui, ad esempio uno Zeltinger Sonnenuhr. E accendersi un Bock Churchill della Repubblica Dominicana. -

Birra – alcolica o analcolica 

In estate, quando fa caldo, provate ad accompagnare il sigaro con una birra fresca. Nell’abbinamento birra-tabacco, vale la stessa regola enunciata per il vino; i sigari di corpo leggero si addicono alla birra chiara. Le regole della birra alcolica valgono anche per quella analcolica: una birra chiara, una Pils o una Light Ale ad esempio può essere abbinata a sigari di corpo leggero o medio con poco persistenti al palato. Chi preferisce una birra scura con una maggiore percentuale di malto, deve scegliere un fumo persistente dall’aroma speziato.

Whisky

Derya Akgün, direttore del bar del Grand Hotel National di Lucerna, suggerisce determinati tipi di whisky da abbinare a sigari selezionati. I sigari dal sapore pieno si abbinano alla perfezione con un Highlands Single Malt. I sigari cubani invece danno il meglio se abbinati a uno Scotch. I sigari di intensità media ben si accordano a un Irish Whisky. Un whisky dal gusto molto intenso sarà perfetto con un sigaro altrettanto potente. Scoprite altri suggerimenti per l’abbinamento di sigari e whisky in “Sigari e whisky: consigli e raccomandazioni per un’esperienza davvero piacevole„ (un post sul blog è in arrivo - restate sintonizzati)

Tequila e Mezcal

Un abbinamento fuori dal comune, ma azzeccato è quello tra sigari di corpo leggero e la tequila, anche liscia - senza limone e altri ingredienti. Lo consiglia anche Mahdu Kwatra, barman ed esperto di sigari: “Una tequila Anejo liscia, ci sta, ma mai con il limone„. Anche il mezcal è un abbinamento di tutto rispetto per il nobile piacere del fumo.

Champagne

Sebbene lo champagne sia caratterizzato da una forte asprezza, l’esperto di sigari Kwatra ci rassicura: “Meraviglioso. Lo champagne va bevuto tra un sigaro e l’altro„. Tale affermazione riecheggia su zigarren.org: “L’abbinamento tra un cognac, uno champagne o un vino rosso secco e sigari di corpo leggero non delude mai„.

Cocktail

L’idea di un abbinamento cocktail-sigari non è nuova, ma presenta qualche problema. Lo sostiene anche Thomas Huhn, direttore del bar dell’hotel a cinque stelle Les Trois Rois di Basilea in un intervento su mixology.eu. Il bar chef è anche un appassionato di sigari. “Se non c’è una certa affinità, non funziona. Né nell’acquisto e nella scelta del prodotto, né nella conoscenza di entrambi gli elementi dell’abbinamento e della loro interazione”. A proposito dell’abbinamento cocktail-sigari, Schroff da buon intenditore afferma: “Quando gli ospiti del mio bar esprimono il desiderio di un cocktail da abbinare a un sigaro, si mantengono sui classici e mi chiedono ad esempio un Manhattan o uno Sazerac„. Per l’abbinamento sigaro-cocktail, Derya suggerisce: “Uno Sazerac con cognac, rye whiskey, assenzio, zucchero e scorza di limone oppure un Old Fashioned con discrete note di arancia e la complessità di un whiskey si comporterebbero bene con un sigaro corposo e speziato”.

Caffè e tè

Chi apprezza un sigaro di corpo molto leggero per la fumata mattutina, l’abbinamento ideale è un caffè nero. Il caffè è probabilmente l’abbinamento preferito tra quelli non alcolici. Con i sigari di medio corpo è possibile abbinare anche un caffè di media intensità. Chi preferisce un caffè più forte, dovrebbe abbinarlo a sigari più speziati affinché gli aromi dell’uno non sovrastino quelli dell’altro. I sigari cremosi trasmettono una nota di panna al caffè, quelli dolci una punta di zucchero.

Anche il tè è perfetto per una piacevole fumata. Le note erbose del tè nero completano alla perfezione le miscele più corpose facendo sprigionare note aromatiche terrose e di cioccolato. Ma anche il tè verde o il tè Oolong, più leggero, se abbinati a sigari di corpo leggero esaltano il piacere mettendone in risalto le note dolci e floreali. Come per il caffè, l’aggiunta di un po’ di dolcezza o cremosità a sigari particolarmente dolci e cremosi non guasta mai.

Cola con ghiaccio

Sebbene non tutte le bevande dolci siano adatte al piacere del tabacco, gli esperti di sigari consigliano in tutta coscienza una cola o un ginger ale , poiché possono completare i diversi aromi generando nuovi sapori e persistenze. Soprattutto la cola, con l’aggiunta di diverse sostanze aromatiche quali ciliegia, vaniglia, cannella o limone, offre innumerevoli possibilità nella scelta dell’abbinamento. Ma attenzione: per i puristi questo abbinamento e da evitare, perché quando si beve una bevanda analcolica aromatizzata il sapore del sigaro viene notevolmente influenzato dalla sostanza aromatica.

Acqua

Per i puristi del sigaro, l’acqua è il non plus ultra. L’acqua non completa alcun sapore, ma nemmeno lo altera. Vi suggeriamo di bere acqua non gassata, poiché le bollicine possono leggermente influire sul sapore del sigaro. L’acqua è quindi la bevanda ideale per “ripulire” le papille gustative tra un sigaro e l’altro.

Tre suggerimenti

Non importa quale di queste dieci bevande abbinerete a un sigaro, ricordate però questi tre suggerimenti:

  1. Prestate attenzione alla corretta temperatura di degustazione: con un vino freddo, ad esempio, il sigaro sembrerà molto aspro.
  2. Se per un sigaro è necessario l’accessorio giusto (ad esempio l’accendisigari giusto o lo strumento più adatto per il taglio, vedi anche Come tagliare i sigari: quattro strumenti), lo stesso vale anche per le bevande alcoliche: soprattutto il bicchiere deve essere quello giusto.
  3. Poiché la gamma aromatica e l’intensità di un sigaro variano, ciò che beviamo durante la fumata deve adeguarsi effettivamente alle tre parti in cui viene idealmente diviso il sigaro.

Sperimentare basandosi sui gusti personali 

I distillati di buona qualità possono accrescere in maniera esponenziale il piacere di un buon sigaro. Non sono pochi gli aficionados che sostengono che un sigaro pregiato si può apprezzare solo se abbinato a un buon drink perché solo così i sigari possono sprigionare tutto il loro aroma.

Infine è divertente ed è utile sperimentare costantemente con diverse combinazioni di sigari e bevande e soprattutto utilizzare i propri gusti come punto di partenza. Non importa quale sarà il vostro abbinamento sigaro-drink, ricordate però di conservare sempre i sigari in un humidor, ad esempio un Humidor Dominico con base

Vi è piaciuto questo post? Condividetelo con i vostri amici su Facebook

Scopri la prossima storia

Glossario dei sigari di VILLIGER

Il mondo dei sigari e dei cigarillo

Quando sei nato?

Sigari e cigarillo sono stimolanti per adulti. Per utilizzare questo sito devi avere almeno 18 anni.
Visitando questo sito dai il tuo consenso ai nostri Termini d’uso, Politica sulla privacy e Politica sui Cookie.

Vuoi di più. Dai un'occhiata al login VILLIGER.

Vuoi di più. Dai un'occhiata al login VILLIGER.

Prima di proseguire, puoi dirci quando sei nato?

Sigari e cigarillo sono stimolanti per adulti. Per utilizzare questo sito devi avere almeno 18 anni.
Visitando questo sito dai il tuo consenso ai nostri Termini d’uso, Politica sulla privacy e Politica sui Cookie.