Prima di diventare un sigaro raffinato o una miscela premium per pipa, il tabacco, come qualsiasi altra coltura, deve essere coltivato da agricoltori esperti. 

La pianta del tabacco viene oggi coltivata in molte regioni del mondo, dando origine all'ampia diversità delle molte varietà. Ecco cosa è bene sapere riguardo allo scrupoloso processo di coltivazione che dà origine al suo tabacco preferito. 

Dove è coltivato il tabacco? 

Prima di qualsiasi processo di coltivazione, è importante avere a disposizione il giusto clima e terreno in cui coltivare il tabacco. Diverse varietà di tabacco hanno necessità differenti, ma è essenziale che le piante siano coltivate in zone dove ci sia una stagione calda della durata di almeno quattro mesi, caratterizzata da una piovosità regolare da leggera a moderata. Le varietà di tabacco utilizzate nei sigari sono in genere coltivate in terreni ben drenati, come quelli ricchi di sabbia o ghiaia. 

Nonostante il tabacco sia coltivato in tutto il mondo, l’America centrale e l’America del Sud sono le aree dove le industrie del tabacco sono più rinomate. L’Honduras nord-occidentale, l’area ai piedi delle Ande in Ecuador, il bacino del Reconcavo in Brasile e la regione occidentale di Vuelta Abajo a Cuba sono tutte zone conosciute per la produzione di alcuni dei tabacchi dalla qualità più alta del mondo. La pianta del tabacco, tuttavia, viene coltivata anche in altre regioni. Nel Nord America, la valle di San Andres in Messico e le coltivazioni dello stato USA del Connecticut sono entrambi noti per la loro produzione di tabacco. L’Indonesia e le Filippine, provviste entrambe di un terreno favorevole alla coltivazione del tabacco, sono i produttori primari in Asia. In Africa occidentale, la nazione del Camerun è nota per la produzione di foglie di tabacco utilizzate come capas per sigaro. Altri Paesi produttori di tabacco in quantità minore sono Grecia, Turchia, Malawi e Argentina.

Semina, coltivazione e raccolta 

Il periodo di semina del tabacco varia a seconda della regione in cui cresce. In climi più tropicali la semina avviene solitamente all'inizio dell'inverno per approfittare delle piogge invernali. Se coltivato in regioni temperate, tuttavia, il tabacco è piantato in primavera o a inizio estate per proteggerlo dalla minaccia del gelo. Il tabacco viene solitamente seminato inizialmente in letti di germinazione speciali, dopo di che viene trapiantato nei campi per completare la maturazione. Le piantine vengono distanziate in modo da fornire uno spazio adeguato alla crescita. Il tabacco viene spesso piantato in campi provvisti di solchi, poiché l'elevazione leggermente aumentata favorisce il drenaggio ed evita che le piante si impregnino troppo di acqua durante le forti piogge. 

Durante la maturazione il tabacco viene generalmente fertilizzato con concime naturale, oltre a potassio e fosforo. Quando la pianta inizia a fiorire, essa viene potata: il fiore, e in alcuni casi anche alcune delle foglie superiori, vengono rimossi. Questa tecnica impedisce alla pianta di impiegare la sua energia nella fioritura, incoraggiando invece la distribuzione di sostanze nutritive alle foglie per massimizzarne il rendimento. 

Quando le foglie cominciano a cambiare colore dal verde al giallo, sono pronte per essere raccolte. Le foglie di tabacco nella parte inferiore della pianta maturano per prime, mentre quelle superiori maturano gradualmente con il proseguire della crescita. Di conseguenza la maggior parte dei tipi di tabacco è raccolta in diverse fasi così da garantire che ogni foglia venga staccata al momento giusto. Alcuni tabacchi, tuttavia, fanno eccezione a questa regola. Il tabacco Burley, per esempio, è raccolto tutto insieme una volta che tutte le foglie sono maturate. 

Dopo la raccolta, le foglie possono essere trattate in molti modi diversi per fornire loro le specifiche proprietà organolettiche desiderate in relazione al fumo. Essiccazione e trattamento variano a seconda della regione e del tipo di tabacco, tuttavia tutti hanno origine a partire da una foglia di tabacco maturata grazie a mesi di intenso lavoro agricolo. Quindi la prossima volta che accende il suo sigaro VILLIGER preferito, potrà ripensare al lavoro abile e attento degli agricoltori che hanno saputo trasformare un semplice seme in un tabacco raffinato.

Scopri la prossima storia

Glossario dei sigari di VILLIGER

Il mondo dei sigari e dei cigarillo

Quando sei nato?

Sigari e cigarillo sono stimolanti per adulti. Per utilizzare questo sito devi avere almeno 18 anni.
Visitando questo sito dai il tuo consenso ai nostri Termini d’uso, Politica sulla privacy e Politica sui Cookie.

Vuoi di più. Dai un'occhiata al login VILLIGER.

Vuoi di più. Dai un'occhiata al login VILLIGER.

Prima di proseguire, puoi dirci quando sei nato?

Sigari e cigarillo sono stimolanti per adulti. Per utilizzare questo sito devi avere almeno 18 anni.
Visitando questo sito dai il tuo consenso ai nostri Termini d’uso, Politica sulla privacy e Politica sui Cookie.