Durante il degasaggio, i sigari vengono liberati dai gas amari indesiderati. Qui possiamo scoprire perché in primo luogo si generano questi gas, come funziona il degasaggio e a cosa si dovrebbe prestare attenzione.

Che lo si desideri o meno, l’aroma e il gusto dei sigari cambiano nel corso di una fumata. Indipendentemente dalla qualità e dall’origine di un sigaro, possono svilupparsi anche gas amari. Mentre questo fa parte del consumo di tabacco per alcune aficionadas e alcuni aficionados, altri avvertono la necessità di evitare di tali gas.

Perché si generano questi gas amari?

Se si tira un sigaro troppo forte o a intervalli troppo brevi, il tabacco brucia troppo velocemente e sussiste il rischio di sviluppare gas amari. Questi possono far sì che un sigaro abbia un sapore pungente che rischia di rovinare una fumata. Le persone spesso accendono un sigaro per rilassarsi. A seconda di quanto frenetico fosse il momento prima della fumata, si corre il rischio di tirare un sigaro troppo velocemente e veemente. E quindi è consigliabile non solo evitare sostanze amare, ma concedersi deliberatamente una boccata ogni uno o due minuti, al fine di goderselo al meglio (per ulteriori suggerimenti, vedere il Galateo del sigaro di VILLIGER. Anche i sigari conservati troppo all’asciutto bruciano più velocemente e sviluppano troppo calore, il che favorisce lo sviluppo di gas amari e può distruggere gli aromi di un sigaro. Ecco come conservare correttamente i sigari in modo che non si secchino: Conservare correttamente i sigari.

Degasaggio: come funziona

Chiunque si accorga che il sigaro ha un sapore pungente anche mentre si sta godendo una fumata, perché si sono sviluppati gas amari indesiderati, può liberare il sigaro da questi gas: questo processo è noto come “degasaggio”. È possibile farlo sia con i sigari che si stanno fumando al momento, sia con uno che si è deciso di spegnere e mettere da parte a causa dello sviluppo indesiderato del gusto. Il degasaggio avviene in quattro fasi: 

  1. Per prima cosa, rimuovere accuratamente e con attenzione la cenere dal fondo del sigaro. Ciò riduce la resistenza alla trazione, che è fondamentale per il successo del degasaggio.
  2. Una volta rimossa la cenere, accendere di nuovo il sigaro tirando leggermente allo stesso tempo. Con boccate delicate, accendere la brace e attivare i gas che si sono formati tra gli strati di tabacco del sigaro arrotolato.
  3. Ora è necessario soffiare nel sigaro all’estremità della testa (dove normalmente si tira) il più a lungo possibile (cioè fumarlo nella direzione opposta), facendo sì che i gas fuoriescano all’estremità della combustione e formino una piccola fiamma. Se questa fiamma diventa blu, ciò indica che i gas indesiderati stanno bruciando. Se si desidera degasare un sigaro spento, è necessario accendere l’estremità terminale in prima istanza, soffiando dalla testa.
  4. Se il sigaro stesso inizia a bruciare a causa del degasaggio, spegnere questa fiamma con la dovuta cura e poi continuare a fumare. 

Liberato dalle sostanze amare, il sigaro ha ritrovato il suo aroma originale. Se si sviluppano nuovamente gas amari, il processo può essere ripetuto.

Giocare con il fuoco

I principianti dei sigari, in particolare, potrebbero essere dissuasi dal tirare troppo velocemente a causa dei gas amari. Tuttavia, aficionadas e aficionados esperti scoprono che è proprio lo sviluppo di aromi e gusto che si trasforma in una buona fumata. E così, nel vero senso della parola, è come giocare con il fuoco, quando si tira deliberatamente troppo spesso o forte il sigaro, o si bruciano al primo segno le sostanze amare in via di sviluppo durante il degasaggio.

Prevenire i gas amari con l’humidor

I sigari secchi bruciano più velocemente e aumenta il rischio di sviluppo di gas amari indesiderati. Tuttavia, conservare i sigari in un humidor può anche impedire che i sigari diventino rigidi e fragili. Consigliamo il nostro humidor Dominico, che può contenere circa 40 sigari.

Scopri la prossima storia

Sigari in viaggio: consigli per aficionadas e aficionados in viaggio

Il mondo dei sigari e dei cigarillo

Quando sei nato?

Sigari e cigarillo sono stimolanti per adulti. Per utilizzare questo sito devi avere almeno 18 anni.
Visitando questo sito dai il tuo consenso ai nostri Termini d’uso, Politica sulla privacy e Politica sui Cookie.

Vuoi di più. Dai un'occhiata al login VILLIGER.

Vuoi di più. Dai un'occhiata al login VILLIGER.

Prima di proseguire, puoi dirci quando sei nato?

Sigari e cigarillo sono stimolanti per adulti. Per utilizzare questo sito devi avere almeno 18 anni.
Visitando questo sito dai il tuo consenso ai nostri Termini d’uso, Politica sulla privacy e Politica sui Cookie.